Commento alla XXXI domenica del tempo ordinario
03/11/2018
Settimana in parrocchia. Appuntamenti dal 5 all’11 novembre
04/11/2018

Gradini di santità. Amare Dio con tutto il cuore e amare il prossimo come se stesso val più di tutti gli olocausti e i sacrifici» (Mc 12,32-33)

«Hai detto bene, Maestro, e secondo verità che Egli è unico e non v’è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore e con tutta la mente e con tutte le forze e amare il prossimo come se stesso val più di tutti gli olocausti e i sacrifici» (Mc 12,32-33)

Ogni mamma ama il suo bambino ed anche se è fuori casa porta sempre negli occhi la sua immagine, negli orecchi c’è sempre il suono delle sue paro le e in tutte le cose che sono nella casa vede le impronte della mano del suo bambino.
Fa’, o Signore, che anch’io ami te così da avere sempre nel cuore e negli occhi l’immagine del tuo volto
e negli orecchi il suono delle tue paro le.
Fa’, o Signore, che anch’io ami te, vedendoti presente con le tue impronte nel volto di chi mi è vicino,
nella fatica che vedo affrontare, nel sorriso di chi mi passa accanto, nella sofferenza che condivido,
nel profumo dei pini lungo la strada, nel fiore che è sbocciato nel mio giardino, nella luce rosata del tramonto che mi saluta augurandomi buon riposo per la notte che sta per venire.
Fa’ che tutto in me canti sempre amore e che altro per me non abbia alcun valore.
Amen.

Averardo Dini. La Parola pregata