Gradini di santità. «Oggi la salvezza è entrata in questa casa perché anch’egli è figlio di Abramo» (Le 19,9)
02/11/2019
Vita eterna, non durata ma intensità senza fine. Il commento di padre Ermes Ronchi
09/11/2019

Gradini di santità. «Dio non è Dio dei morti, ma dei vivi;perché tutti vivono per lui» (Le 20,38)

O Signore, in un giorno da te determinato fin dall’eternità, mi hai tratto dal nulla e mi hai modellato a tua immagine e somiglianza.
Da allora è cominciata, esaltante anche se faticosa, la danza della vita. Poiché sei il Dio della vita e non della morte nulla distruggi di ciò che hai creato. Come dopo l’inverno non c’è un altro inverno, ma una primavera, così dopo la morte non c’è il nulla ad aspettarmi, ma c’è ancora la vita, partecipazione piena e definitiva della tua.
Rendi forte, Signore, questa mia fede così che non viva nel tempo rattristato dal pensiero della morte, ma desideroso di trovarmi un giorno dietro la vetta della mia salita, con te e con tutti i santi, finalmente felice per sempre.

Amen.

Averardo Dini. La Parola pregata