Settimana in parrocchia. Appuntamenti dal 10 al 17 febbraio
08/02/2020
Evitiamo una vita insipida e spenta. Il commento di padre Ermes Ronchi
08/02/2020

Gradini di santità. La luce del giusto splende davanti agli uomini

Il vero digiuno – come sottolinea il profeta Isaia (I Lettura) – consiste nel praticare le opere di giustizia e di misericordia. In tal modo si rimargina la ferita del nostro egoismo e diventiamo luminosi, ottenendo il perdono e il soccorso del Signore. Il salmista (Salmo 111) ci presenta la beatitudine del giusto che accoglie e mette in pratica la legge di Dio, distinguendosi per la pietà e la generosità. I discepoli di Gesù (Vangelo), che ne continuano l’azione con la forza del suo Santo Spirito, ardenti nella fede sono “sale” che dà sapore alla storia e operosi nella carità, sono “luce” che illumina il mondo. Facendo il bene, siamo il segno della presenza di Gesù nella storia, diventando motivo per la glorificazione del Padre. La predicazione dell’apostolo Paolo (II Lettura) che annuncia Gesù Cristo crocifisso – scandalo per i giudei, stoltezza per i pagani, ma potenza e sapienza di Dio per coloro che sono chiamati – si basa sulla manifestazione della potenza dello Spirito Santo che converte i cuori. Uniti a Cristo, che ci nutre con il suo Corpo e Sangue in questo sacramento di vita eterna, siamo la sua Chiesa, chiamata a vivere secondo il vero spirito del Vangelo.
don Francesco Dell’Orco

LaDomenica.it