Il commento di don Piero. Solo Dio conosce e misura le risposte del cuore umano e lo sollecita a diventare nuovo
03/03/2018
Settimana in parrocchia. Appuntamenti dal 5 all’11 marzo
03/03/2018

Gradini di santità. «Non fate della casa di mio Padre un luogo di mercato» (Gv 2,16)

Ti ringrazio, Signore, perché non mi hai preso a frustate, come hai fatto con i mercanti del tempio.
Me le sarei meritate perché, qualche volta, faccio anch’io come loro.
Vengo in chiesa non per ascoltarti a cuore aperto, ma per metterti sotto processo.
Vengo in chiesa per farmi vedere dagli altri ed anche per osservare chi c’è.
Vengo in chiesa per mettermi da una parte a chiacchierare con qualcuno.
Vengo in chiesa per chiederti sempre qualcosa senza mai pensare a donarti quello che mi chiedi.
Vengo in chiesa perché sono annoiato e non so dove andare.
Vengo in chiesa soltanto per Natale e Pasqua, trascinato dalla tradizione.
Dammela, Signore, una frustata perché impari a venire in chiesa unicamente per fare memoria di te, per lodarti, ringraziarti, per accogliere la tua parola e per consegnarti la mia, ora che si è vestita di amore e di fiducia
in te, mio Dio.

Amen.